L'EFFIMERO E L'ETERNO

Ogni giorno, con la luce, cerco di scrivere almeno una domanda sul perché il segreto più profondo del mondo è legato alla creazione.
Immagini come domande che più mi toccano nell’anima e mi rivelan©o come ogni essere umano è capace di creare; dall’effimero a qualcosa di più durevole.
Perché l’Uomo è, esso stesso, estraneo al nulla come all’eterno, ma dal suo nulla nasce sempre qualcosa e, di ogni sua opera, l’eterno ne raccoglie le rovine.
A me, che ho il privilegio di potermi fermare in qualsiasi punto dei miei tragitti quotidiani, interessa testimoniare il mio punto di vista, e lo dono a tutti coloro che sono avvolti da una pur necessaria e troppo rapida modernità.

“Ho preso
di me
i versi accaduti.

Appaiono
dall’ombra
come cose esistenziali.

Porto
con me
l’immagine effimera
del verso del silenzio.

Ti lascio
la eco di me
il suono perduto
della mia eternità.”

Parole e immagini © copyright Carlo Traini